Il Tennis Vomero ha vissuto un’altra sfida campale di serie A1. Ha pareggiato in casa 3-3 con il TC Italia Forte dei Marmi ma ha dimostrato di poter puntare alla salvezza; si è giocata l’andata dei playout, il ritorno il 1 dicembre in Toscana. E’ stata una maratona lunga quasi dodici ore, iniziata alle 10 del mattino e conclusa poco prima di mezzanotte, giocata nella struttura coperta dell’Accademia Tennis Napoli ad Agnano, visto il maltempo che ha reso ovviamente impraticabili i campi del nostro club di via Rossini fin dalla notte tra sabato e domenica. Ad Agnano il Vomero difende l’imbattibilità interna in A1 (4 sfide: una vittoria e tre pareggi) combattendo alla grande, davanti a tanti soci che hanno voluto comunque esserci, nonostante le difficoltà, i trasporti e i trasferimenti. I quattro singolari finiscono 2-2 grazie alle splendide vittorie di Gianmarco Cacace, ormai un leader della squadra nel ruolo di numero 4. Cacace ha piegato Monio Gomar con una rimonta di forza, 4-6 6-4 6-1. L’altro punto del Vomero era arrivato da un finalmente tonico Gianluca Di Nicola che disputava la più bella partita da quando è in A1 con i napoletani, battendo 7-6 (10-8) 6-3 l’ex top 300 del mondo Walter Trusendi. Peccato, invece, per Giuseppe Caparco, capace di vincere il primo set 7-6 contro Furlanetto, per poi cedere 3-6 7-6 6-1. Cedeva anche lo spagnolo Daniel Gimeno Traver, contro il più forte Lorenzo Sonego, 6-4 6-3. Nei doppi Gimeno Traver con Facundo Juarez, tenuto a riposo in singolare, conquistavano il terzo punto del Vomero, 5-7 6-2 10-7 al super tie break conclusivo; niente da fare invece per Caparco-Capace contro il più forti Sonego-Trusendi 6-2 6-1. Forza Tennis Vomero, la salvezza è ancora possibile.

[ngg src=”galleries” ids=”17″ display=”basic_slideshow”]

0 comments

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>